la regione Piemonte non è aperta a tutte le famiglie

Si inaugura oggi la 26° edizione del Torino GLBT film Festival – Da Sodoma a Hollywood. Il festival fu fondato nel 1986 con il supporto della Regione Piemonte ed è il primo festival cinematografico gay in Europa e il terzo nel mondo. Un fiore all’occhiello della Torino che sa essere luogo di cultura e di apertura, insomma.
Non tutti la pensano così. Il Governatore del Piemonte Roberto Cota si è infatti premurato già all’indomani della sua vittoria alle regionali di rassicurare il suo elettorato: avrebbe tagliato i fondi al Festival (nonchè il patrocinio al Gay Pride cittadino). Le promesse sono state mantenute, e 26 anni dopo il primo festival la Regione ha ritirato il suo patrocinio e ha ridotto sensibilmente i finanziamenti per la manifestazione, che si trova così ad essere ridimensionata in modo notevole.
E questo negli stessi giorni in cui in Italia si consuma la incredibile polemica del sottosegretario alla Famiglia Carlo Giovanardi, che è arrivato a definire “incostituzionale” (sic!) il manifesto pubblicitario dell’IKEA che ritrae due giovani uomini per mano con l’inaudito slogan “siamo aperti a tutte le famiglie”.
Costruendo e aspettando quell’Italia migliore, aperta davvero – politicamente e culturalmente – a tutte le famiglie, buon festival a tutti!

IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL

GAY – PERCHE’ L’AMORE OMOSESSUALE IN ITALIA è ANCORA UNO SCANDALO