Lettera aperta di Renato Forte

Pensavo piovesse ed invece ha grandinato.
Non avevo dubbi sul buon risultato di Michele, ma quello raggiunto è stupefacente (aggettivo,prego).
Ci sarà tempo e modo domani di analizzare i risultati elettorali.
Oggi voglio solo dire che un simile risultato è il frutto di buone idee, umile approccio, ma, soprattutto di lavoro, di ottimo lavoro fatto in questi mesi.
Se fossimo alla peggio tv direi : ”ed ora fatevi un applauso”, come un bravo presentatore qualunque.
Invece dico facciamo un brindisi di pausa.
Non con champagne da Santanchè o con vini barricati per fighetti.
Riempiamo il bicchiere di una buona barbera, il fante dei vini piemontesi.
Pistapauta e scaccia nebbie lo chiamava Paolo Monelli.
E il cielo sa quanto sia indispensabile tenere i piedi per terra e scrutare un orizzonte che appena si intravvede al di là delle brume.
La navigazione continua.